Consigli sulle vostre escursioni

Tutto pronto per la tua prossima escursione? Stai dimenticando qualcosa?

La scarpa ideale per affrontare qualsiasi percorso è lo scarponcino da trekking, alto sopra al malleolo, dotato di rivestimento interno in Gore-Tex® o similare per assicurare ottima traspirazione e impermeabilizzazione in caso di pioggia e suola scolpita (tipo Vibram®) in gomma. Lo scarpone da trekking presenta in genere una fibbia a metà delle asole dei lacci per permettere di legare con maggiore o minore intensità la parte della caviglia e quella del collo del piede. In questo modo, dosando la stretta, puoi affrontare le discese con il piede ben saldo (stringendo bene il collo del piede e rilassando la caviglia) o le salite senza rischi (stringendo bene la caviglia e rilassando il collo del piede).
La dimensione dello zaino deve essere adeguata alla durata prevista del tuo trekking. Se hai in programma un’escursione di una giornata, uno zaino da 25 litri è più che sufficiente per portare con te acqua, barrette energetiche e frutta. A seconda del tempo meteorologico potresti aver bisogno di aggiungere una cerata per proteggerti dalla pioggia, una torcia se è inverno e rischi di restare sul sentiero oltre il tramonto, un coltellino per ogni evenienza, un minimo di primo soccorso. In estate consigliamo di portare sempre anche uno spray anti-zanzare da usare se serve ed un cappellino per proteggersi dal sole.
Durante le escursioni è importante mangiare a intervalli regolari: arrivare con il classico “buco nello stomaco” all’ora di pranzo significa aver amministrato male le nostre risorse. E’ quindi importante avere sempre con sé delle barrette energetiche o della frutta, da consumare durante le pause della passeggiata. L’acqua è fondamentale: camminando si suda e si tende a disidratarsi. Avere con sé 1,5 l di acqua è indubbiamente d’obbligo (le bottiglie di plastica sono leggere da trasportare e più capienti delle borracce, se uno ne è sprovvisto). Durante il trekking è importante bere piccoli sorsi durante le pause brevi, mentre quantità maggiori di acqua si possono bere durante le pause lunghe.