Talamone

Posted by on lug 5, 2011 in Media bar, Orbetello | 9 comments

Talamone

Talamone segna il confine sud del Parco Regionale della Maremma o Parco dell’Uccellina e si trova su un basso promontorio roccioso nella parte più meridionale delle colline dell’Uccellina stesse.

Nel ricordo di molti, Talamone è sicuramente legata, all’impresa di Giuseppe Garibaldi e dei suoi mille che nel 1860, vi sbarcarono per fare rifornimenti di acqua ed armi.
Il paese è quasi completamemte moderno a causa delle distruzioni delle seconda guerra mondiale ma permangono alcune strutture antiche e la forma tipica dei borghi di mare del Medioevo. La struttura antica che maggiormente spicca è la Rocca medievale di forma quadrata con torri angolari, si conservano anche lunghi tratti di mura. Il paese ospita l’acquario della laguna di Orbetello e la biglietteria del Parco Regionale della Maremma.

L’antica città etrusca di Talamone sorgeva invece in un posto differente, sul colle di Bengodi a breve distanza dall’insediamento attuale. Nel 225 a.C. sul suo territorio, in località Camporegio, avvenne una decisiva battaglia tra romani e orde celtiche dirette verso Roma e di cui spesso vengono rinvenuti resti e testimonianze. Talamone fu poi rasa al suolo da Silla per l’appoggio che i suoi cittadini diedero a Mario nel periodo delle lotte fra i due. Quasi completamente scomparso nell’alto Medioevo passò successivamente di dominio in dominio (Aldobrandeschi, Siena, Firenze ) finché nel 1556 il territorio fu ceduto alla Spagna e anche Talamone entrò a far parte dello Stato dei Presidi di cui seguì la storia.
Poco fuori dal paese in località Madonna delle Grazie si trovano resti consistenti di una villa romana di epoca imperiale con grandi cisterne e murature in opera reticolata.

Colle di Talamonaccio e Frontone di Talamone

Posto vicino a Fonteblanda, (centro agricolo di recente costruzione) sulla sua cima, difficilmente accessibile a causa della proprietà privata, vennero rinvenuti i resti con fondazioni in blocchi squadrati di un grande tempio etrusco costruito nel IV sec. a.C. L’imponente struttura sorgeva in posizione scenografica sulla cima di fronte al golfo e all’Argentario e in vista delle isole dell’arcipelago. In questa zona vennero trovati gli importanti resti del Frontone del Tempio che rappresentano episodi del Mito dei Sette a Tebe e oggi conservati a Firenze.

Share Button

Leave a Comment