Le nostre terre: il senese e il monte amiata

Abbazia di Sant'Antimo e Montalcino

Divino e di vino

Come una gemma di bianco alabastro e onice incastonata nel verde di boschi e pascoli, spunta all’improvviso l’abbazia romanica di Sant’Antimo, grande centro del potere benedettino nel medioevo e oggi meta turistica ma anche di grande spiritualità. Sulla sommità di un colle, quasi a protezione della val d’arbia, dell’orcia e della vicina Maremma sorge Montalcino, antica città fortificata oggi rinomata per l’unicità del Brunello di Montalcino, vino pluripremiato famoso in tutto il mondo.

Approfondimenti

Il brunello di Montalcino docg


La vocazione del territorio di Montalcino a produrre vini di grande qualità è nota da molti secoli. Già nel Medioevo gli statuti comunali regolamentavano la data d’ inizio vendemmia, mentre durante l’assedio spagnolo e fiorentino del 1553, il vino non mancò mai e Blaise de Montluc, alla difesa delle mura montalcinesi, per dissimulare le sofferenze “si arrubinava il volto con il robusto vino”. Secondo il bolognese Leandro Alberti (1550-1631), Montalcino è: “molto nominato per li buoni vini che si cavano da quelli ameni colli”. L’ auditore granducale Bartolomeo Gherardini nella sua visita a Montalcino del 1676-1677 segnala la produzione di 6050 some di vino descritto come “vino gagliardo, non però in gran quantità”.

Leggi tutto...

Il Tartufo


Fin dall’antichità questo fungo ipogeo del genere Tuber, che nasce e vive sottoterra in prossimità di radici di alcune specie di alberi e arbusti mediterranei quali querce, pioppi, tigli, salici e carpini ha destato curiosità e gradimento e anche molte leggende sulla sua natura ed effetti sull’uomo. Il suo aroma e gusto insolito pare che abbia realmente delle proprietà stimolanti e produca sicuramente piacere nel nutrirsi, recuperando ancor oggi aspetti del senso olfattivo e gustativo ormai perdute. Questo lo era pare anche per i Babilonesi che lo consumavano nel 3.000 a.C. come testimonia la sua presenza nella dieta dei Sumeri ed al tempo del patriarca Giacobbe intorno al 1.700 a.C.

Leggi tutto...

More and more...

leorme_maremma

leorme_maremma
leorme_maremma
leorme_maremma
leorme_maremma
leorme_maremma
leorme_maremma

Le Orme Soc. Coop

Via de' Barberi, 106/E
58100 Grosseto (GR)
Telefono: (+39) 0564 416276
Mobile: (+39) 346 6524411
P.Iva Cod Fisc. 05057400482